Casale Del Giglio vini: 78

Petit Verdot 2001 Casale Del Giglio
Prezzo
11,5
Nome

Petit Verdot 2001 Casale Del Giglio

Annata 2001 Produttore
Syrah Igt 2014 Casale Del Giglio
Prezzo
10
Nome

Syrah Igt 2014 Casale Del Giglio

Annata 2014 Produttore
Antium 2015 Bellone Casale del Giglio Lazio IGT
Prezzo
9,57
Nome

Antium 2015 Bellone Casale del Giglio Lazio IGT

Tipologia Vino bianco Provenienza Lazio Annata 2015 Produttore
Satrico 2016 Casale del Giglio IGT
Prezzo
6,41
Nome

Satrico 2016 Casale del Giglio IGT

Tipologia Vino bianco Provenienza Lazio Annata 2016 Produttore
Viognier 2016 Casale del Giglio IGT
Prezzo
8,78
Nome

Viognier 2016 Casale del Giglio IGT

Tipologia Vino bianco Provenienza Lazio Annata 2016 Produttore
Cabernet Sauvignon 2011 Casale del Giglio IGT
Prezzo
15,43
Nome

Cabernet Sauvignon 2011 Casale del Giglio IGT

Annata 2011 Produttore
Mater Matuta 2013 Casale del Giglio IGT
Prezzo
31,35
Nome

Mater Matuta 2013 Casale del Giglio IGT

Annata 2013 Produttore
Petit Verdot 2013 Casale del Giglio IGT
Prezzo
9,62
Nome

Petit Verdot 2013 Casale del Giglio IGT

Tipologia Vino rosso Provenienza Lazio Annata 2013 Produttore

Casale del Giglio: Storia, Abbinamenti e Prezzi

Casale del Giglio è la dimostrazione di come con molto impegno, tanta ricerca ed un pizzico di follia, si possano realizzare i miracoli. Fondata nel 1967 da Bernardino Santarelli nei pressi del comune di Aprilia, è stata tra le prime cantine a creare un progetto vitivinicolo nel territorio fino ad allora vergine dell’Agro Pontino. In questi quarant’anni di storia l’azienda è cresciuta in maniera costante e decisa, trainata dai suoi favolosi vini come il Viogner, lo Shiraz, il Petit Verdot ed il Petit Manseng.

Casale del Giglio e l'Agro Pontino

La cantina Casale del Giglio è stata una delle primissime a esplorare la possibilità di produrre vino nell’Agro Pontino. Questo territorio, riscattato dalle paludi grazie alle grandi bonifiche dell’era fascista, era stato poi uno dei più atroci campi di battaglia durante la seconda guerra mondiale. In questa zona vergine Dino Santarelli decise di allestire la sua grande scommessa: installare una cantina moderna ed efficiente per produrre vini di alta qualità, andando al contempo alla riscoperta di antichi vitigni autoctoni. Il figlio Antonio Santarelli negli anni ’80 è riuscito a proseguire il lavoro sul solco tracciato dal padre ampliando la sperimentazione sui vitigni, in particolare con un progetto di ricerca supportato dalla Regione Lazio datato 1985. Ad oggi l’azienda è arrivata a possedere 160 ettari di vigneti in cui vengono coltivate uve di Chardonnay, Sauvignon Blanc, Syrah, Petit Verdot e Cabernet Sauvignon, fra le altre.

Magistrali Vini del Lazio

Casale del Giglio è in grado di proporre ai consumatori una gamma di ben 20 prodotti, tra cui spiccano i vini - bianchi, rosati e rossi - oltre ad alcune grappe e un ottimo olio extra vergine d’oliva.
  • La punta di diamante di Casale del Giglio è il vino Mater Matuta, un rosso austero prodotto con uve Syrah all’85%, assemblate con Petit Verdot. Si presenta con un colore rubino scuro. I profumi di frutti di bosco si mescolano agli aromi speziati. Una volta in bocca risulta seducente per la trama tannica delicata.
  • Il Petit Verdot è uno storico vitigno bordolese che viene impiegato con successo da Casale del Giglio per creare un vino rosso in purezza che contiene un universo di aromi mediterranei.
  • Passando ai vini bianchi, il Bellone Antium è il frutto del lavoro di riscoperta dei vitigni autoctoni, tra cui appunto il Bellone, che ci regala questo vino giallo paglierino dagli spiccati aromi minerali. Un altro grande bianco è il Satrico Casale del Giglio, vino fresco e beverino a base di uve Chardonnay, Sauvignon e Trebbiano Giallo sottoposte ad un’attenta selezione.
L’abbinamento principale consigliato per il Mater Matuta è la provola di latte di bufala, ma questo vino rosso del Lazio si sposa bene in generale con qualsiasi tipo di formaggio. Inoltre può accompagnare anche le carni rosse, cosa che riesce bene anche al Madreselva Rosso Igt. Il Petit Verdot Casale del Giglio è invece un vino da tutto pasto che si esalta in particolare con i piatti regionali più goderecci come quelli a base di agnello. I vini bianchi di famiglia come il Satrico, lo Chardonnay ed il Sauvignon si prestano meglio ad essere stappati al momento dell’aperitivo.

In generale, cercando con un po' di pazienza tra le varie enoteche online, si riescono a trovare i vini Casale del Giglio ad un prezzo più che abbordabile di circa 10 euro a bottiglia. Il vino Mater Matuta è una bottiglia di categoria superiore che presenta dunque un prezzo decisamente più importante. Si va dai 33 euro per l’annata 2013 ai 175 euro per la bottiglia Jeroboam da 3 litri dell’annata 2011. L’Albiola Lazio Rosato Igt è uno dei migliori vini rosati d’Italia e si può trovare in vendita online al comodo prezzo di 7,90 euro. Un vino molto apprezzato dai consumatori è lo Shiraz Casale del Giglio, vino rosso morbido e vellutato in offerta a 7,50 euro per l'annata 2015. Un affare da non lasciarsi sfuggire.