Morellino di scansano vini: 201

Morellino di Scansano Sicomoro Riserva Docg
Prezzo
16,12
Nome

Morellino di Scansano Sicomoro Riserva Docg

Tipologia Rossi Provenienza Toscana Annata 2010 Produttore
Morellino di Scansano Roggiano Docg
Prezzo
10,08
Nome

Morellino di Scansano Roggiano Docg

Tipologia Rossi Provenienza Toscana Annata 2013 Produttore
Morellino di Scansano - Provveditore
Prezzo
12,9
Nome

Morellino di Scansano - Provveditore

Tipologia Rossi Vitigno Morellino Provenienza Toscana Annata 2014 Produttore
Capatosta 2010 Morellino di Scansano Poggioargentiera
Prezzo
23
Nome

Capatosta 2010 Morellino di Scansano Poggioargentiera

Tipologia Vini Rossi Provenienza Toscana Annata 2010
Morellino Di Scansano Montecivoli 2015
Prezzo
10,6
Nome

Morellino Di Scansano Montecivoli 2015

Tipologia Vino Rosso Vitigno Sangiovese - Alicante Provenienza Toscana Annata 2015 Produttore
Morellino di Scansano DOCG - Motta
Prezzo
6,99
Nome

Morellino di Scansano DOCG - Motta

Tipologia Rossi Vitigno Sangiovese Provenienza Toscana Annata 2016 Produttore
Morellino di Scansano - Lohsa - Poliziano
Prezzo
9,99
Nome

Morellino di Scansano - Lohsa - Poliziano

Tipologia Rossi Vitigno Sangiovese Provenienza Toscana Annata 2015 Produttore
Morellino di Scansano - Sassato - Provveditore
Prezzo
9,9
Nome

Morellino di Scansano - Sassato - Provveditore

Tipologia Rossi Vitigno Sangiovese Provenienza Toscana Annata 2015 Produttore

Morellino di Scansano: Storia, Abbinamenti e Prezzi

Il Morellino di Scansano è un vino rosso DOCG prodotto in Toscana e rappresenta una delle principali denominazioni della regione. Si tratta di un vino corposo e dal carattere deciso, che viene elaborato a partire da uve Sangiovese.

La vite viene coltivata in Maremma sin dai tempi degli Etruschi, che svilupparono un sistema per mantenere ridotta l’altezza dei vigneti ed allo stesso tempo garantire un’ottima qualità delle uve. Ciò ha portato allo sviluppo di una buona cultura vinicola nella regione che propone oggi numerose eccellenze tra cui il Morellino di Scansano DOCG. Le origini antiche di questo vino sono confermate da alcuni documenti risalenti al XII secolo che ne elogiano la qualità. In seguito uno dei periodi di massimo splendore e produzione è coinciso con l’inizio del XIX secolo.

Nel 1978 è stata riconosciuta la DOC Morellino di Scansano, mentre nel 2007 è arrivato il riconoscimento della DOCG. È stato a partire da questo momento che il vino Morellino ha scoperto una nuova giovinezza e la sua popolarità è aumentata vertiginosamente rendendolo oggi una delle etichette più ricercate.

Il vitigno Sangiovese che è alla base del vino Morellino di Scansano è anche il protagonista degli altri grandi vini rossi toscani come Brunello di Montalcino, Nobile di Montepulciano e Chianti Classico. Le uve che vengono impiegate nella produzione del Morellino provengono dalla provincia di Grosseto, in particolare dalla fascia collinare compresa tra i fiumi Ombrone e Albegna, che oltre al comune di Scansano comprende i territori comunali di Manciano, Magliano in Toscana, Grosseto, Campagnatico, Semproniano e Roccalbegna.

Questo territorio, a pochi passi dal mare, un tempo era ricoperto di paludi mentre oggi presenta un sottosuolo ricco di sedimenti marini, acido ed alcalino. Il clima della zona, con una buona piovosità e temperature miti dovute alla brezza marina garantisce che le uve crescano nelle migliori condizioni.

Il Vino della Maremma alla conquista del Mondo

Il Morellino di Scansano DOCG secondo disciplinare deve essere prodotto con almeno l’85% di uve Sangiovese, a cui possono essere aggiunte altre uve a bacca nera non aromatiche.
Si tratta di un vino che solitamente viene bevuto giovane, ma che può anche essere vinificato nella versione Morellino Riserva che deve maturare per due anni, di cui uno in botti di legno.

Nel calice si presenta di colore rosso rubino intenso, con sfumature granato nel caso della tipologia riserva. Gli aromi comprendono ciliegia marasca, prugna, violetta e sentori di legno, a cui si aggiungono, con l’avanzare degli anni, toni speziati, di macchia mediterranea e vaniglia. Al palato risulta caldo, avvolgente e corposo. Si segnala per i tannini morbidi e vellutati e per un’ottima persistenza.

Il Morellino di Scansano va servito a 18°-20°C in calici ampi che permettano agli aromi di liberarsi. È preferibile stappare la bottiglia un’ora prima di consumarla, per facilitare l’apertura del bouquet aromatico. Da buon rosso toscano predilige gli abbinamenti che hanno a che fare con carni rosse, selvaggina e cacciagione. Un abbinamento obbligatorio è quello con il cinghiale in umido, piatto tipico della cucina maremmana, ma vale la pena provarlo anche con un piatto di saporite pappardelle alla lepre ed un classico brasato.

Il Consorzio di Tutela del vino Morellino di Scansano riunisce 26 aziende e 150 produttori vinicoli con l’obiettivo di valorizzare questo pregiato vino rosso toscano. Tra i produttori più importanti troviamo la Cantina Cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano e l’azienda agricola Provveditore, che generalmente propongono il loro vino Morellino ad un prezzo che varia tra i 10 ed i 12 euro.

I prezzi della versione Riserva si attestano invece sui 16-18 euro. Quelle di Roccapesta e di Fattoria le Pupille sono due ottimi esempi dell’ottima capacità d’invecchiamento di questa denominazione. Vale la pena provarli entrambi acquistandoli nella versione magnum il cui prezzo si aggira sui 35-40 euro.