Bollinger vini: 76

Champagne Bollinger Special Cuvèe Astucciato
Prezzo
76
Nome

Champagne Bollinger Special Cuvèe Astucciato

Tipologia Champagne Provenienza Champagne Bollinger Produttore
Champagne Bollinger Special Cuvèe Brut
Prezzo
70
Nome

Champagne Bollinger Special Cuvèe Brut

Tipologia Champagne Provenienza Champagne Bollinger Produttore
Bollinger Brut Special Cuvée
Prezzo
54
Nome

Bollinger Brut Special Cuvée

Tipologia Champagne Provenienza Francia Produttore
Bollinger Brut La Grande Année Champagne AOC 2007
Prezzo
136
Nome

Bollinger Brut La Grande Année Champagne AOC 2007

Tipologia spumanti Provenienza Champagne Annata 2007 Produttore
Bollinger Brut La Grande Année Champagne AOC 2007
Prezzo
120
Nome

Bollinger Brut La Grande Année Champagne AOC 2007

Tipologia spumanti Provenienza Champagne Annata 2007 Produttore
Bollinger Extra Brut R.D. Champagne AOC 2004
Prezzo
220
Nome

Bollinger Extra Brut R.D. Champagne AOC 2004

Tipologia spumanti Provenienza Champagne Annata 2004 Produttore
Bollinger Special Cuvée Champagne AOC
Prezzo
59
Nome

Bollinger Special Cuvée Champagne AOC

Tipologia spumanti Provenienza Champagne Produttore
Bollinger Special Cuvée Champagne AOC
Prezzo
49
Nome

Bollinger Special Cuvée Champagne AOC

Tipologia spumanti Provenienza Champagne Produttore

Bollinger: Storia, Champagne Abbinamenti e Prezzi

Bollinger è una delle più antiche maison di champagne, attiva da quasi due secoli nella produzione di “vini con le bollicine” che si contraddistinguono per classe e carattere.
Tra i prodotti di spicco figurano il Vieilles Vignes Françaises, La Grande Année, e lo Champagne Special Cuvée.

La Maison Bollinger è stata fondata nel 1829 ad Ay, nella regione francese dello Champagne, da una società conformata da tre entusiasti membri: Athanase Louis Emmanuel conte di Villermont, Paul Renaudin e Jospeh Bollinger. Lo stesso Jospeh prese poi in mano le redini dell’azienda e fu colui che iniziò, nel 1865, ad esportare lo champagne in Inghilterra, conquistando subito il gradimento dei membri della corona britannica.
La famiglia Bollinger continua ancora oggi ad essere proprietaria del marchio, che nel frattempo è diventato uno dei più affermati al mondo, anche perché è il preferito da James Bond, icona cinematografica di stile e classe.

Se come regola generale le maison di champagne comprano da altri coltivatori le uve che andranno ad utilizzare nell'elaborazione dei propri vini, la cantina Bollinger si differenzia per allevare in prima persona le uve che poi trasforma sapientemente in splendidi champagne. I vigneti aziendali coprono 165 ettari di colline in territori classificati Grand Cru e Premier Cru.
Le uve coltivate sono Chardonnay, Pinot Meunier e Pinot Noir, con quest’ultimo vitigno a farla da padrone, tanto da diventare la vera e propria firma stilistica degli Champagne Bollinger.
Il processo di vinificazione è curato nei minimi dettagli e segue ferree regole che permettono di mantenere molto alta la qualità del prodotto finale.
Per fare un esempio, la maison per i propri champagne utilizza solo il mosto proveniente dalla prima spremitura delle uve, mentre quello della seconda viene venduto ad altre cantine.

Bollinger Special Cuvée, Champagne La Grande Année e Bollinger R.D.

Da questo particolare processo nascono capolavori come lo Special Cuvée. È un vino champagne non millesimato elaborato con un uvaggio di Pinot Noir (60%), Chardonnay (25%) e Pinot Meunier (15%). La fermentazione malolattica in acciaio lo trasforma in un vino rotondo e morbido, ricco di aromi fruttati donati dalle uve Pinot Noir.
All’assaggio colpisce particolarmente per freschezza, equilibrio e persistenza.
È ottimo come aperitivo. Si abbina inoltre alla grande a pesce, crostacei e carni bianche.

Passando invece al fronte dei millesimati, sin dal nome lo Champagne La Grande Année fa capire di essere un vino elaborato solo con uve di annate eccezionali, fatte fermentare in tonneaux.
Queste sono botti di rovere dalla capacità di 500 litri. Proprio la vinificazione in legno è un altro dei tratti distintivi della cantina.
Questo champagne rosé conquista immediatamente l’assaggiatore sin dal primo momento per gli aromi di pane tostato, spezie, ribes e mandorle.
Questo variegato bouquet aromatico lo rende l’abbinamento ideale per una grande varietà di piatti raffinati come il foie gras, i crostacei, l’agnello arrosto ed il pesce grigliato.

Un altro vino che vale la pena provare è lo Champagne Extra-Brut R.D., che ha la particolarità di riposare sui lieviti per un periodo molto lungo, che può arrivare fino a 15 anni.
Colore giallo brillante ed aromi di sottobosco e funghi sono alcune delle caratteristiche principali.
È un vino sublime per struttura e finezza, da bere in compagnia di un risotto al tartufo nero o di un formaggio stagionato francese.

Il Bollinger R.D. è una delle etichette più pregiate della maison, ed il suo prezzo può arrivare tranquillamente a superare i 300 euro per alcune annate particolarmente fortunate come il 2002.
Un altro champagne di prestigio e particolarmente ricercato dai collezionisti è il Vieilles Vignes Françaises del 2006. In quella storica annata sono state prodotte solamente 3886 bottiglie, ed ognuna di esse costituisce un piccolo gioiello. Il prezzo dei pochi esemplari rimasti in commercio può variare dai 675 ai 900 euro, a seconda dell’enoteca online di riferimento.
La Special Cuvée è invece l’etichetta più popolare dell’azienda, dato che il suo prezzo di 40 euro la rende facilmente accessibile al grande pubblico.
È un ottimo modo per iniziare ad addentrarsi nel fantastico mondo degli Champagne Bollinger.