Tormaresca vini: 115

Prezzo
41,1
Nome

"Bocca di Lupo Aglianico Castel del Monte Tormaresca - Antinori"

Tipologia "Vini Rossi" Vitigno Aglianico Provenienza Puglia Annata 2012 Produttore
Prezzo
10,5
Nome

"Calafuria Rosato Tormaresca - Antinori"

Tipologia "Vini Rosati" Vitigno Negroamaro Provenienza Puglia Annata 2018 Produttore
Prezzo
16,1
Nome

"Pietrabianca Chardonnay Tormaresca Tormaresca - Antinori"

Tipologia "Vini Bianchi" Vitigno Chardonnay Provenienza Puglia Annata 2017 Produttore
Prezzo
9,3
Nome

"Fichimori Negroamaro Tormaresca - Antinori"

Tipologia "Vini Rossi" Vitigno Negroamaro Provenienza Puglia Annata 2018 Produttore
Prezzo
24,4
Nome

"Masseria Maime Negroamaro Tormaresca - Antinori"

Tipologia "Vini Rossi" Vitigno Negroamaro Provenienza Puglia Annata 2015 Produttore
Prezzo
15,2
Nome

"Torcicoda primitivo Tormaresca - Antinori"

Tipologia "Vini Rossi" Vitigno Primitivo Provenienza Puglia Annata 2016 Produttore
Prezzo
12,4
Nome

"Trentangeli Castel del Monte Rosso BIO Tormaresca - Antinori"

Tipologia "Vini Rossi" Vitigno "Aglianico, Cabernet Sauvignon, Syrah" Provenienza Puglia Annata 2016 Produttore
calafuria negroamaro salento igt
Prezzo
11,5
Nome

calafuria negroamaro salento igt

Tipologia rosato Provenienza puglia Annata 2018 Produttore

Tormaresca: Storia, Vini Pugliesi Abbinamenti e Prezzi

La Cantina Tormaresca nasce dalla volontà del gruppo Antinori di espandere i propri possedimenti alla Puglia, per andare alla scoperta dell’enorme potenziale vinicolo della regione. Da questa scelta coraggiosa e lungimirante nascono i vini Tormaresca, rossi intensi ed eleganti, come nella migliore tradizione pugliese, ma anche bianchi rivoluzionari che lasciano a bocca aperta.

L’acquisto delle tenute pugliesi da parte di Antinori risale al 1998. Il criterio fin dall’inizio è stato quello di produrre vini di elevata qualità partendo dai vitigni autoctoni pugliesi. La maggior parte dei vigneti posseduti dall'azienda vengono coltivati con Primitivo, Negroamaro, Aglianico e Fiano. Uve di origini antichissime che vennero importate nella zona ai tempi dei Greci. I possedimenti dell’azienda agricola Tormaresca sono suddivisi tra due tenute: la Tenuta Bocca di Lupo, che si trova nella rinomata zona Doc di Castel del Monte, e Masseria Maìme, posizionata nel cuore del Salento. Il grande lavoro di valorizzazione dei vitigni autoctoni operato da Tormaresca ha portato grossi benefici a tutto il settore vitivinicolo pugliese, che oggi è in forte espansione.

La scommessa è stata vinta alla grande da Marchesi Antinori ed oggi Tormaresca si propone come un punto di forza per il gruppo, posizionandosi come una delle cantine leader della Puglia. Il progetto Tormaresca punta ad espandersi anche fuori dai filari. È per questo che nel centro storico di Lecce è stato inaugurato il ristorante Tormaresca Vino & Cucina, un elegante bistrot che offre ai suoi commensali le più tradizionali pietanze salentine e della Puglia in generale, sempre in abbinamento ai fantastici vini Tormaresca.

Primitivo Torcicoda, Negroamaro Masseria Maìme e altri vini a tavola

Sono molti i vini Tormaresca che hanno ricevuto riconoscimenti e premi da parte di importanti riviste specializzate, italiane ed internazionali. Tra le eccellenze della cantina vale la pena segnalare il Primitivo Torcicoda, primo vino pugliese ad entrare nel 2016 nella lista dei 100 migliori vini al mondo di Wine Spectator. Il Primitivo di Tormaresca può essere ben considerato tra i più importanti vini rossi pugliesi. Viene fatto affinare per 10 mesi in botti barrique di rovere francese. Ha un colore rubino intenso. I suoi aromi spaziano dalla ciliegia alla liquirizia, includendo note speziate e tostate. In bocca risulta corposo, seducente e pieno.

Il Primitivo Torcicoda è un vino da tutto pasto, che si esalta con gli arrosti ed i primi piatti conditi con sughi a base di carne. Tra gli altri grandi vini Tormaresca troviamo: il Salento Negroamaro Igt Masseria Maìme, da provare con carne alla griglia e formaggi stagionati; il Bocca di Lupo Aglianico Doc Castel del Monte, un vino perfetto per i piatti della cucina tradizionale pugliese; ed il Pietrabianca Castel del Monte, lo Chardonnay di Tormaresca, da prediligere in caso di portate a base di pesce o carni bianche.

Quest’ultimo celebre vino bianco di Tormaresca si trova sul mercato a circa 13 euro a bottiglia, stesso prezzo del Primitivo Torcicoda. Più economico risulta il Calafuria Negramaro Rosato Igt che si aggira sugli 11 euro a bottiglia. L’Aglianico Tormaresca è invece un vino di elevato spessore che può raggiungere un prezzo di 38 euro per le annate più pregiate come la 2011. Il Neprica è un vino dall'ottimo rapporto qualità/prezzo. Una bottiglia di questo vino rosso di primissima fascia può essere acquistata al prezzo medio di soli 7,2 euro. Un affare che non ci si può far sfuggire.